Esenzione Fattura elettronica per gli Psicologi. Mito o realtà?

Esenzione Fattura elettronica per gli Psicologi

Esenzione Fattura elettronica per gli Psicologi. Mito o realtà?


Fattura elettronica: gli psicologi sono esentati o meno?

Ad oggi temo non si possa dare risposta certa, dovremo attendere ancora qualche settimana al massimo. Ma vediamo gli elementi in gioco e l’attuale stato dell’arte 🙂

Emendamenti al Decreto fiscale sulla Fatturazione elettronica

La Commissione finanze del Senato ha approvato alcuni emendamenti al Decreto fiscale. Saranno certamente esentati dall’obbligo di fatturazione elettronica per l’anno 2019 le seguenti due categorie:

  • società sportive dilettantistiche che non abbiano incassato proventi oltre 65mila euro,
  • partite IVA aderenti al regime forfettario.

Ma c’è anche una ulteriore casistica…

Esenzione delle fatture sottoposte a Sistema Tessera Sanitaria

In particolare, l’emendamento 10.0.100, propone di inserire l’Art.10-bis, che regolerebbe l‘esonero dall’obbligo di fatturazione elettronica – per il periodo d’imposta 2019 – per i soggetti tenuti all‘invio dei dati al Sistema tessera sanitaria. Leggiamolo:

«Art. 10-bis. (Disposizioni di semplificazione in tema di fatturazione elettronica per gli operatori sanitari) 1. Per il periodo d’imposta 2019 i soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria, ai fini dell’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata, ai sensi dell’articolo 3, commi 3 e 4, del decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175, e dei relativi decreti del Ministro dell’economia e delle finanze, sono esonerati dall’obbligo di fatturazione elettronica di cui all’articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, con riferimento alle fatture i cui dati sono inviati al Sistema tessera sanitaria. I dati fiscali trasmessi al Sistema tessera sanitaria possono essere utilizzati dall’Agenzia delle entrate anche per finalità diverse dall’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata.»

ATTENZIONE: l’art.10-bis afferma che l’esenzione dalla fatturazione elettronica è riservata agli operatori sanitari sottoposti a Sistema Tessera Sanitaria (quindi anche gli psicologi), ma SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per le fatture trasmesse al Sistema Tessera Sanitaria!!

Gli psicologi hanno quindi obbligo di Fatturazione elettronica?

Come detto, la logica dell’art.10-bis appare funzionare per “tipologia di fattura” e non per “categoria professionale”!

Ieri alcuni articoli usciti su web parlavano erroneamente di soli “medici e farmacisti”. NON E’ COSI’!

ESENTATO. Se la tua fattura di psicologo è già sottoposta al Sistema Tessera Sanitaria, allora per quella fattura sarai esentato dalla fatturazione elettronica  (ma anche degli altri operatori sanitari)

NON ESENTATO. Se la tua fattura di psicologo non è da trasmettere tramite Sistema Tessera Sanitaria (o è stata opposta dal cliente), allora sarai obbligato alla fatturazione elettronica (e così per gli altri operatori sanitari).

C’è tuttavia un ulteriore scenario da considerare: come vi ho spiegato nel post “Flat Tax Psicologi: le novità per gli psicologi con Partita IVA, a partire dal 1° Gennaio 2019“, potenzialmente da qui a poco i regimi forfettari potrebbero passare ad un volume di affari fino a 65.000€ annui.

Tenendo conto dei dati ENPAP sul fatturato medio degli psicologi italiani, ciò significa che di fatto l’esenzione andrebbe a riguardare la quasi totalità degli psicologi… realisticamente, al di là che la fattura sia trasmessa o meno al Sistema Tessera Sanitaria (quest’ultimo scenario è tuttavia da verificare in base agli sviluppi normativi a venire…).

Fatturazione elettronica e Garante per la Privacy

Una nota a parte merita l’aspetto della privacy. L’ultima frase dell’Art.10-bis recita: “I dati fiscali trasmessi al Sistema tessera sanitaria possono essere utilizzati dall’Agenzia delle entrate anche per finalità diverse dall’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata.”

Questa cosa certamente conferma i timori espressi qualche giorno addietro il Garante per la Privacy, quando segnalava all’Agenzia delle Entrate che il nuovo obbligo della fatturazione elettronica, così come allora proposto, “presenta rilevanti criticità in ordine alla compatibilità con la normativa in materia di protezione dei dati personali”.

In particolar modo, secondo il Garante, presentava (e presenta!) “un rischio elevato per i diritti e le libertà degli interessati, comportando un trattamento sistematico, generalizzato e di dettaglio di dati personali su larga scala, potenzialmente relativo ad ogni aspetto della vita quotidiana dell’intera popolazione, sproporzionato rispetto all’obiettivo di interesse pubblico, pur legittimo, perseguito“.

Vale quindi la pena acquistare nell’immediato servizi di Fatturazione elettronica?

A mio avviso NO, NON NE VALE LA PENA! E’ una situazione in veloce evoluzione, nel breve avremo chiari gli sviluppi e ciascun collega – laddove necessario – potrà attivarsi di conseguenza 🙂

Iscrivetevi alla newsletter, qui a fondo pagina, così da rimanere tempestivamente aggiornati 😀


nicola piccinini

Aiuto gli psicologi nell’avvio, promozione e sviluppo della loro attività libero professionale o associativa. Psicologo Sociale, docente e consulente in personal marketing per lo psicologo, social media, sviluppo web. Maggiori informazioni sul sito web www.nicolapiccinini.it

Leave comment

Iscriviti alla Newsletter Gratuita di "Il Commercialista degli Psicologi"

Nome (richiesto):

Cognome:

Email (richiesto):